Un Consigliere federale ticinese?

Sul tema della candidatura ticinese al Consiglio federale si è dibattuto già parecchio sui socialnetwork e se ne sono lette di tutti i colori. Non entro nemmeno nel merito della discussione sull’eventualità di una candidatura “extra PLR”, perché il seggio vacante spetta a loro e la conformazione del Governo non si cambia se non cambiano i rapporti di forza in Consiglio nazionale. Questa regola è già stata bistrattata abbastanza per ben sette lunghi anni, direi di evitare di farlo ancora. Detto ciò, ammetto che di primo acchito la pensavo anch’io come una buona parte dei commentatori che ho potuto ascoltare o leggere, ossia: non può rappresentare il nostro Cantone qualcuno a favore della libera circolazione e contrario a #StopImmigrazionedimassa, qualcuno che sposi ampiamente tutte le politiche europee messe in atto sinora dal Consiglio federale. Continua a leggere “Un Consigliere federale ticinese?”

Lavoro: Con #PrimaiNostri più arrosto e meno fumo!

Quando si tratta di difendere il proprio orticello lombardo, i sindacalisti sono capaci pure di rinnegare e occultare l’evidenza. Prova ne è l’ultima presa di posizione da parte di Fabrizio Sirica che si firma “vicepresidente PS Ticino” ma parla da sindacalista UNIA.
I frontalieri non sono sicuramente i principali colpevoli dell’attuale stato del mercato del lavoro ticinese, ma possiamo tranquillamente parlare di una loro complicità indiretta. Se sin dall’inizio avessero fatto valere il loro diritto a uno stipendio “ticinese” e non “lombardo”, non ci troveremmo oggi a discutere di loro, della libera circolazione e d’iniziative popolari come “Stop all’immigrazione di massa” e “Prima i Nostri”. Continua a leggere “Lavoro: Con #PrimaiNostri più arrosto e meno fumo!”

Borelli, comincia a difendere veramente i lavoratori residenti!

Immagine

La difesa dei frontalieri da parte dei sindacati prosegue. Oggi è la volta di Enrico Borelli, sindacalista UNIA, che attacca l’iniziativa popolare “Prima i Nostri” bollandola come xenofoba, fomentatrice di divisioni e discriminatoria. Niente di nuovo sotto il sole, insomma, per coloro che corrono ad ogni pié sospinto in soccorso dei lavoratori lombardi dimenticandosi costantemente e volontariamente di quelli ticinesi. Continua a leggere “Borelli, comincia a difendere veramente i lavoratori residenti!”

Proibizionismo in salsa ticinese? – MdM 26.06.2016

5_Prohibition_Disposal(9)

A 9 anni dall’entrata in vigore del divieto di fumo all’interno degli esercizi pubblici ticinesi, ecco che un gruppo di deputati in Gran Consiglio, “gui­dato” dall’esponente PPD Nadia Ghisolfi, chiede tramite iniziativa parla­mentare (NB: nessun leghista tra i firmatari) di introdurre il divieto di fumo anche all’esterno, sulle terrazze di bar e ristoranti. Non si sta esagerando? Abbiamo interpellato alcuni interlocutori, ai quali abbiamo chiesto: – Cosa pensa della proposta di vietare il fumo anche all’esterno degli eser­cizi pubblici? Continua a leggere “Proibizionismo in salsa ticinese? – MdM 26.06.2016”