Dai social

Più UDC in Parlamento!


Ve la butto là, sapete che non ho peli sulla lingua! Abbiamo visto cos’hanno combinato i partiti storici in questa legislatura: scandali, clientelismo politico, non rispetto della volontà popolare, nessuna decisione quando era il momento di decidere. (altro…)

Opinioni politiche

“Scenario 1992”


C’è una palese mancanza di fantasia tra le file dei contrari all’iniziativa per l’autodeterminazione, soprattutto tra le associazioni economiche, e nella loro campagna contro la democrazia diretta. Per tentare di far serpeggiare il terrore tra i cittadini svizzeri, colpevoli di contare ancora qualcosa in questo Paese che non fa parte dell’Unione europea, hanno sfoderato il più classico dei repertori, quello dello sfacelo economico. (altro…)

Opinioni politiche

Salviamo la Democrazia diretta!


L’iniziativa per l’Autodeterminazione propone a Popolo e Cantoni di elevare la nostra Costituzione federale al massimo rango all’interno del nostro Stato di Diritto. Un’iniziativa assolutamente necessaria visto che dal 2012 in poi il Tribunale federale ha emesso svariate sentenze contrarie alla preminenza della nostra Magna Carta, sancendo la superiorità del diritto internazionale sulle nostre leggi. (altro…)

Opinioni politiche

Sì all’abolizione del canone Billag


L’iniziativa No Billag, checché se ne dica, rappresenta una pietra miliare nello sviluppo mediatico svizzero. Mai si è discusso così a fondo sul ruolo dei media nel nostro Paese, sul ruolo dello Stato in ambito mediatico e sull’esistenza del canone stesso. Una discussione intensa che mai ci sarebbe stata, nemmeno ora che a Berna si apprestano ad approvare la nuova Legge federale sui media, che sostituirà l’attuale Legge federale sulla radiotelevisione (LRTV), e la nuova concessione della SSR. Avremmo assistito al classico dibattito parlamentare, con relativo scambio di opinioni, accuse e giustificazioni per qualche mese per poi far tornare l’argomento nell’oblio fino al prossimo rinnovo. Il canone sarebbe rimasto a quota 400 Fr. come dichiarato durante la campagna per la revisione della LRT e come si può leggere sul libretto esplicativo di allora. (altro…)

Dai Media

Da Il Mattino della Domenica – Il 54% degli svizzeri farà gli acquisti all’estero…


Natale si avvicina, e con esso i tradi­zionali acquisti. Che però, secondo un recente sondaggio realizzato a livello nazionale, sempre più svizzeri vanno a fare all’estero. C’è chi – come Lu­gano – per incentivare ulteriormente i cittadini a rimanere sul territorio e a fare le compere in centro, propone sconti sui posteggi e mezzi pubblici gratuiti. Abbiamo interpellato alcuni interlocutori, ai quali abbiamo rivolto la seguente domanda: – Secondo un recente sondaggio, il 54% degli svizzeri farà gli acquisti natalizi all’estero, contro il 44% di tre anni fa. Cosa ne pensa? E’ favo­revole a misure quali le tariffe degli autosili ridotte oppure ai bus gratuiti, per stimolare le compere nei centri urbani ticinesi? (altro…)