Pianificazione del Territorio? Eh? Chi? Cosa? Tassiamo che è meglio!

Ah la pianificazione del territorio… che cosa meravigliosa

È un’attività di cui tutti parlano, scrivono e sproloquiano, ma poi… non se ne fa nulla. E così, anno dopo anno, senza un briciolo di lungimiranza e una minima visione sul futuro del nostro Cantone, le nostre Autorità hanno permesso ad aziende e centri commerciali di costruire praticamente ovunque. Per loro è, infatti, molto più importante l’introito immediato delle attività economiche, al traffico e alle storpiature pianificatorie ci si penserà poi…
E così, anno dopo anno, mentre i “grandi generatori di traffico” proliferano, il Cantone che fa?

  • Pianifica il territorio?
  • Si dota di un piano degli indirizzi, dimostrando così di avere un’idea del Ticino che vogliono costruire?
  • Pianifica l’infrastruttura viaria?
  • La rende più moderna e, soprattutto, all’altezza delle attuali esigenze?

No, preferisce contare gli introiti fiscali derivanti da questi scempi territoriali. Tanto al traffico ci penserà qualcun altro: NOI.
È così, per l’inattività delle nostre Autorità negli ultimi 40/50 anni ci ritroviamo a dover pagare una tassa per posteggiare l’auto al lavoro. Per colpa dei Comuni e del Cantone che hanno permesso che zone come il Mendrisiotto e il Luganese s’ingolfassero, noi cittadini ticinesi saremo chiamati alla cassa. Sapete qual’è la cosa più tragica di tutta la questione? Che il traffico non cambierà di una virgola se la tassa di collegamento venisse accettata dal Popolo. Ci saranno sempre lavoratori ticinesi che necessitano del veicolo privato per gli spostamenti, solo che ora verranno spolpati un po’ di più dallo Stato. E i centri commerciali? Loro seguiteranno a offrire posteggi gratuiti alla clientela per non esser da meno rispetto alla concorrenza d’oltreconfine, pagheranno la tassa di collegamento e in seguito la dedurranno dall’imposta sull’utile. Qual è la quadratura del cerchio allora? Incassare, facendo credere a tutti che si risolverà qualcosa dal punto di vista ambientale.

Voi volete stare a questo gioco? O volete che il Governo si assuma le sue responsabilità e agisca di conseguenza senza chiedere ulteriori sacrifici ai ticinesi?

Io dico ‪#‎NOallaTassadiCollegamento‬. Non mi assumo l’onere delle colpe che solo il Consiglio di Stato e i Municipi hanno!

#‎Guerraagliautomobilisti‬ ‪#‎pianificazioneZero‬ ‪#‎Ognunosiassumalepropriecolpe‬

m_83sy