Ci sono voluti dieci anni. Meglio tardi che mai…

drift

Lugano, con i suoi 68’677 abitanti è la nona Città svizzera per rapporto alla Popolazione e la seconda per estensione. Riuscire a far collimare gli interessi di tutti i luganesi è sicuramente difficile, e spesso non tutti sono soddisfatti delle decisioni prese dalla politica. Pochi si rendono, però, conto che dietro questa popolazione ce n’è un’altra non da poco, ma fin troppo spesso dimenticata dalla politica cittadina. Sono ormai più di 5’000 e sono in costante aumento. Non chiedono molto, anzi le loro aspirazioni sono ben poche rispetto a quelle della cittadinanza tradizionale. Parlo dei nostri amici a quattro zampe.
La politica Luganese, giustamente, si concentra sugli interessi dei cittadini, ma da qualche tempo ormai si è scordata dei suoi beniamini scodinzolanti. Emblematica è la lunga attesa di dieci anni prima che la richiesta dell’allora Consigliere Comunale UDC Pierre Rusconi di istituire dei Dog Park sul territorio cittadino sia finalmente presa in considerazione dal Municipio e messa in atto. Correva, infatti, l’anno 2006 quando l’ex Consigliere comunale inoltrava la sua mozione in merito, atto parlamentare che fu respinto dagli altri partiti un anno dopo. Non prioritario, ci sono spese molto più importanti. Ma l’UDC non ci stava e nel 2009 fu riproposta un’altra mozione dagli ex consiglieri comunali UDC Chiesa, Noseda e Mellini. La richiesta sempre la medesima. Dopo quest’ultimo atto parlamentare, il silenzio. Solo due interrogazioni da parte degli attuali Consiglieri comunali UDC Raide Bassi e Tiziano Galeazzi, hanno riacceso i riflettori su un tema così importante. Così, dopo mille peripezie democratiche e burocratiche e complice la campagna elettorale 2016 per le elezioni comunali, ecco che i nostri beniamini potranno finalmente godere di uno spazio tutto loro a Pregassona, dove poter scorrazzare liberamente senza l’impedimento del guinzaglio. Dieci anni hanno dovuto aspettare, da quando l’UDC lanciò la sua richiesta di istituire dei parchi solo per cani, dieci anni per avere un solo Dog Park.
Ciò nonostante, una sola struttura per 5’000 cani non è abbastanza, l’obiettivo dell’UDC e far sì che ne vengano istituiti altri sparsi sul territorio, sfruttando anche quell’ampia zona verde che le aggregazioni con la Valcolla hanno regalato alla nostra Città. I costi di queste strutture sono irrisori rispetto al beneficio che potranno trarre i nostri beniamini, e nella Grande Lugano strutture simili non possono in ogni caso mancare.

Alain Bühler, candidato al Municipio Lega-UDC
Candidato al Consiglio comunale UDC