Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire… specialmente se si fa finta di voler sentire!

Oggi non potrò esserci in Piazza Riforma per incontrare il Consiglio federale in corpore, visto che proprio oggi ho ricominciato a lavorare.
E anche se avessi la possibilità, in ogni caso, non ci andrei.
Non ho alcuna voglia di farmi abbindolare da questa semplice azione di marketing volta a ripulire un po’ l’immagine di un Consiglio federale lontano anni luce dalla popolazione. Insomma, i sorrisi di circostanza e le belle parole non mi interessano, sono più interessato ai fatti. Quelli che attendiamo da tempo immemore e che aspetteremo, ahinoi, ancora a lungo… Se vogliono far orecchio da mercante pubblicamente, lo facciano con gli altri.